sw escort 1 8

La gamma comprendeva due allestimenti, CL (ovvero quello base) e Ghia, e 4 carrozzerie (berlina 3 porte o 5 porte, Station Wagon 5 porte e Cabriolet).
Escort, organizar anúncios, mais relevantes, localização, são Paulo (17).
Decisamente più sportiva la "Escort Cosworth nata dalla matita del designer britannico Ian Callum.Rimasero in vendita sino all'agosto 2001 solo alcuni modelli specifici (1600 16v e 1800TD - solo Station Wagon).Quattro gli allestimenti (base, L, GL, Ghia) e 3 tipi di carrozzeria.La gamma italiana comprendeva: Escort Base (allestimento interno semplificato e abbigliamento esterno più spoglio nelle versioni a 3 o 5 porte col solo motore 1100.URL consultato il Test Euro ncap del 1999,.La produzione della "Escort Mk1" cessò nel 1975 con la nuova Ford Escort RS1800.Ford Escort RS Cosworth Luxury del 1993, vista posteriore Contemporaneamente al lancio di queste nuove motorizzazioni venne moderatamente aggiornato anche il corpo vettura: frontale con una nuova mascherina leggermente ridisegnata, paraurti lievemente modificati e nuovi rivestimenti interni.Si trattava, questa volta, di un modello completamente nuovo e rivoluzionato sia nella meccanica che nell'estetica, al punto che, con le serie precedenti, condivideva solo il nome.Invariati il 1600 a iniezione (riservato alle "XR3i e il 1600 Diesel.Il motore di 940 cm fu tolto di produzione nel 1976, dopo l'arrivo sul mercato della Ford Fiesta.URL consultato il Altri progetti Portale Automobili : accedi alle voci di Wikipedia che trattano di automobili.Dal 1993 al 19 65 Kw (88 Cv) 178.d.5 172.8.8 Turbodiesel dal 1995 al 19 66 Kw (90 Cv) 180.d.5 177.3 7 (EN) La storia dei modelli RS sul sito Ford Archiviato il in Internet Archive.Originariamente, però, non doveva condividere neanche quello: era previsto che si chiamasse "Erika".All'esordio la Escort era disponibile con 2 motori, uno di 940 cm (44 CV) e uno di 1098 gainesville tx prostitution cm (53 cv 2 carrozzerie e 2 allestimenti: Base (solo 940 cm) e De Luxe (940 e 1100 cm).Nel 1984 arrivarono le versioni Diesel, mosse da un 4 cilindri di 1,6 litri da.In generale, tuttavia, appariva evidente che il lancio era stato eseguito troppo frettolosamente per battere la concorrenza, fatto che verrà confermato dall'evoluzione della vettura (con ben due restyling in otto anni, ogni 2 anni).
69 CV dal debutto al 19 51 Kw (69 Cv) 101.d.4 163.5.4i cat.




Ford Escort/Orion (1990-99),.La "Escort 2 uscita nel gennaio 1975 e sviluppata principalmente a Colonia dalla Ford Germania (la "Mk1 invece, era stata concepita dalla filiale Ford inglese conservava interamente la solida meccanica della serie precedente, abbinandola però ad una carrozzeria completamente nuova (almeno per le berline).Con questo restyling la derivazione a 3 volumi, prima denominata Ford Orion, venne nuovamente integrata nella gamma "Escort col nome di "Escort Sedan" (e disponibile solo nella versione Ghia).Motorizzazioni modifica modifica wikitesto Modello Disponibilità Motore Cilindrata (cm) Potenza Coppia max (Nm) Emissioni CO2 (g/Km) 0100 km/h (secondi) Velocità max (Km/h) Consumo medio (Km/l).1 dal debutto al 19 39 Kw (53 Cv).d.5 148.8.3 dal debutto al 19.Basata sulla "RS 1800 la "RS 2000" aveva un frontale più pronunciato e dotato di 4 fari circolari e paraurti neri integrati.Escort Wagon, con allestimento della berlina base e motore 1100 Escort Wagon GL con allestimento della berlina GL e motori 1100 o 1300 (60cv) Pochi mesi dopo il debutto fu presentata la versione "Rs 1800 con motore bialbero di 1834 cm e 115.Dal punto di vista tecnico la novità consisteva, essenzialmente, in una rivisitazione dei motori.Ma l'allestimento Explorer è rimasto in listino praticamente fino alla fine, insieme al Ghia.Da fine dicembre 1997, per la precisione, non era più possibile ordinare modelli Village ed Explorer, ma solo University (SW per ancora i mesi a venire prima del lancio della Focus.
Salone dell'automobile di Bruxelles ; essa fu prodotta negli stabilimenti britannici del gruppo Ford e, successivamente, dapprima in quelli belgi poi in quelli tedeschi per i mercati con guida a sinistra, e si caratterizzava per una linea abbastanza morbida, di vaga ispirazione americana.
La trazione passò alle ruote anteriori, il cambio era a 4 o 5 rapporti, i motori, con albero a camme laterale e aste bilancieri (il 1 117 c m e con albero a camme in testa (il 1 297 cm e il 1 597 c m ) vennero montati.



La "mk2" uscì di produzione nel 1980.
L'allestimento "University" aveva gli interni in velluto come le ultime "Ghia e di queste ultime riprendeva grossomodo anche le dotazioni di serie.

[L_RANDNUM-10-999]